Cronistoria delle navi
book

La nave che in un secondo tempo prende il nome TICINO, viene varata il 27-12-1919 nel cantiere di G .A. Fuller Co.-Wharf, Wilmington North Carolina, per la United States Shipping Board, Wilmington N.C. con il nome WINSTON-SALEM. Costruzione ultimata nel maggio del 1920. Portata: 9840 tonn. con la seguente stazzatura: TSL: 6223, TSN: 3842. Il propulsore, una macchina a vapore a triplica espansione Hooven, costruita da Owen, Rentschler & Co. Hamilton, Ohio, T-3.cilindri, produce una potenza di 2800 Cv., permettendo una velocità di 10 nodi. I primi 27 anni è in servizio sotto bandiera degli Stati Uniti d’America. (Nominativo internazionale: KUJS, numero matricola: 219746).

Nel 1936, ceduta alla  Lykes Brothers-Ripley S.S. Co. Inc., New Orleans, con lo stesso nome. La società armatrice cambia il proprio nome in Lykes Bros. S.S. Co. Inc., New Orleans nel 1938. Cede la nave nel 1947 alla Compañia Anonima Transportes Panamericanos di Panama, la quale la nomina LA GUAYRA. Del nominativo internazionale si conoscono appena le prime due lettere: HP??.

Entro il  1949 cambia due proprietari: prima passa alla Compañia de Operaciones Maritimas, Panama, la quale la nomina MARIA TERESA G. ed entro breve tempo passa alla Gestionie Esercizio Navi-G.E.N. di Genova, la quale non le cambia il nome.

La Nautilus S.A. di Lugano già da un paio di mesi ha in noleggio a tempo la MARIA TERESA G utilizzandola nel trasporto di carbone dalla costa occidentale degli Stati Uniti verso l’Italia. La svizzera Nautilus A.G., Glarus aquisisce la nave a vapore il 03-06-1950 e incarica la Nautilus A.G., Lugano con la gestione.  Con l’immatricolazione nel registro svizzero prende il nome TICINO (nominativo internazionale HBDX, numero di matricola: 029).

Ad eccezione di un viaggio eseguito verso l’estremo oriente nell’estate 1952 (Aden, Colombo, Hong Kong, Tsingtao), la TICINO prevalentemente fa servizio sulla linea dell’Africa dell’Ovest, tuttavia capitavano viaggi per Istanbul e Poti nel 1953 e Gdansk nel 1954. Il piano di capacità della MARIA TERESA G mostra un interessante dettaglio, evidentemente i bunker del carbone si trovano a mezzo nave, come anche dei doppi fondi per olio pesante. Anche i gavoni di prora e poppa sono attrezzati per il trasporto di olio pesante. A nostra saputa il propulsore della TICINO viene alimentata con olio pesante. Per maneggiare i pesanti tronchi d’albero nell’Africa dell’Ovest, la nave viene attrezzata con un bigo di forza (Jumbo).

La Paolo Coppo Impresa Armatoriale, Genova, aquista la nave dalla Nautilus A.G. il 11-12-1954, e la nomina CREA immatricolandola sotto bandiera italiana. Nominativo internazionale: IBCE. La nuova stazzatura ufficiale: TSL: 6282, TSN: 3788, DWT: 9841.

La Panamanian Oriental Steamship Corp., Panama, aquista la nave nel 1958 ed il management lo svolge la Wheelock, Marden & Co. Ltd., Hong Kong. Nuovo nome: ROWENA, nominativo internazionale: HPJY.

Il 14-04-1959 ha inizio la demolizione presso la Hong Kong Rolling Mills di Hong Kong.

Fonri:  

SwissShips HPS, mb, HM Febbraio 2019

Home