Reedereigeschichte Deutsch              Storia della compania            Company history english

  Sintesi della storia dell'azienda

ABC Maritime, Nyon - residente sulle sponde svizzere del lago di Ginevra - venne fondata da Hans Tanner nel 1982. Entro tre decenni, dopo discreti inizi si svilluppa in una impresa medio grande con una flotta di 32 navi e offrendo impiego a oltre 500 persone.

Nei primi anni, ABC Maritime come piccolissima impresa, offriva diversi servizi nel campo marittimo. Appena nell'ottobre del 1986 veniva presa in gestione la prima nave. Era la DEO JUVANTE, seguita dalla ESCOUMINS nel novembre del 1986. Purtroppo la gestione di queste due navi non aveva lunga durata. Dato l'incremento dei prezzi sul mercato delle navi, la societá proprietaria giá nel 1987 vendeva le navi.

Nello stesso anno veniva preso in gestione il primo mezzo offshore nel Westafrica, la RANDA, seguita da altre due piccole unitá. Da allora venivano rinforzate queste attivitá e tuttoggi sono la gamba d'apoggio dell'impresa.

Con il crollo dell'Unione Sovietica era possible ampliare l'azienda. Inizialmente venivano riparate delle navi sovietiche della repubblica della Georgia. In seguito veniva instaurata una organizzazione manageriale e nel novembre del 1995, ca. 24 navi della Georgia venivano gestite tecnicamente da Nyon.

Quattro anni dopo, la gestione veniva trasferita a diverse imprese cipriote. Dopo poco tempo l'impresa trova nuovi progetti, specialmente nel settore delle petroliere per prodotti petroliferi e nel campo dell'offshore. Questi due reparti venivano ampliati; e costituiscono la base della societá armatrice.

Nel 2005 veniva integrata la Bayside Services S.A. nel gruppo ABC, un'impresa che operava nel campo marittimo, come aquisizione e vendita di navi, finanziamenti di navi, assicurazione e servizi legali. Accanto alla gestione tecnica e commerciale delle navi, ABC Maritime AG riesce a coprire una vasta gamma di servizi per il campo marittimo.

Il nome originario ABC Maritime AG viene convertito nell'espressione piú breve ABCmaritime e cosí adeguato ai tempi d'oggi.

Nel settembre 2012, ABCmaritime festeggiava il 30esimo anniversario dell'impresa a Nyon. Da piccoli inizi si é sviluppata in una impresa medio grande e impiega ca. 50 persone negli uffici di Nyon, 20 sono i dipendenti all'estero e 500 marittimi trovano impiego a bordo delle 32 navi. La giovane e moderna flotta é composta da 16 mezzi offshore, 12 petroliere e 4 rinfusiere.

1. Gli anni della fondazione

Nel settembre 2012 ABCmaritime festeggia il 30° anniversario - una giusta occassione di ripassare i primi 30 anni.

ABC Maritime AG, Nyon, Svizzera, venne fondata da Hans Tanner di Aardorf TG come impresa singola. Dopo aver perso il lavoro presso una impresa franco/svizzera di Ginevra, decise di lavorare in conto proprio. Il 28-09-1983 l'impresa veniva convertita in una societá per azioni. Hans Tanner é Marine Engineer e nel 1963 era imbarcato la prima volta come carbonaio con la Suisse Atlantique e man mano, con tenacia arriva fino al grado di direttore di macchina ed ispettore. I primi uffici si trovavano nel suo appartamento a pochi passi dietro la stazione di Nyon. Uno dei primi dipendenti, Hans-Peter Schwab, i primi periodi lavorava temporaneamente per poi lavorare a tempo pieno. Agli inizi si occupava di diversi compiti, piú avanti poi specialmente per i mezzi dell reparto offshore. Per circa 10 anni, fino al suo pensionamento nel 2010, occupava l'incarico di Projekt Manager - nel marzo del 1991 Ursula Steinhoff entra nell'azienda, oggi si occupa del chartering e dell'operazione dei mezzi offshore. Dopo alcuni mesi veniva ingaggiato Josef Lötscher che si occupava della contabilitá ed organizzazione dell'impresa.

I primi tempi erano molto duri. La ditta composta da due persone si manteneva a galla con diversi servizi del campo marittimo come lavori di riparazione immissioni in bacini, modificazioni, commercio di materiale di rispetto, ispezioni, finanziamenti e compravendita di navi. I primi anni 80 comportavano una profonda crisi nel settore marittimo, la quale provocó enormi difficolata o fallimento per banche ed imprese armatoriali. Per fortuna questa crisi portó lavoro alla ABC Maritime AG, specialmente con perizie e vendite di navi. Maggiorparte i venditori erano banche e gli aquirenti compagnie statali dei paesi balcani.

Nel ottobre del 1986 ABC Maritime AG prese in gestione la prima nave, era la DEO JUVANTE, seguito dalla ESCOUMINS nel novembre dello stesso anno. Tutte due le navi appartenevano ad una societá francese. Purtroppo il periodo della gestione durava poco tempo. Dopodiche i prezzi delle navi erano in marcante ascesa, giá a luglio del 1987, la ESCOUMINS veniva venduta, la DEO JUVANTE veniva ceduta nel novembre del 1987.

Le attivitá nel campo offshore non venivano seguite, bensi offerte alla ABC Maritime AG. Nel 1986, una banca francese era in cerca di qualcuno che era in grado di rimettere in sesto un piccolo mezzo offshore nominato BITURK 1ER, appartenente a dei proprietari i quali avevano problemi finanziari e tecnici ed erano in controversia tra loro. Dopo ca. 6 mesi, nel febbraio 1987, la banca dava in gestione commerciale il mezzo alla ABC Maritime AG, la quale lo nomina RANDA. Nel dicembre del 1988, veniva modificato il finanziamento della RANDA e con tale operazione ABC Maritime AG aveva la maggioranza azionaria.

Fino ai giorni d'oggi, la ABC Maritime AG nel settore offshore, si limita alle coste del West Africa nella regione dell'Angola fino alla Costa D'Avorio, con punto centrale Point Noire nel Congo e Duala nel Camerun. Come societá armatrice svizzera, la ABC Maritime AG ha capito il concetto di fare affari con imprese francofone ed anglofone. I mezzi dalla ABC Maritime AG vengono impiegati nei lavori di immersioni, manutenzioni, trasporti come anche per analisi sismiche. Le navi vengono usate dai noleggiatori come piattaforme di lavoro ma anche come aloggi per il loro personale qualificato.

Il primo mezzo proprio era la nave per lavori subacquei DORIS 40-10, il quale da due anni era in disarmo a Port Gentil, Gabun, ed apparteneva alla fallita societá francese DORIS Survey, Parigi. La banca finanziaria cercava un aquirente e cosí la ABC Maritime AG poteva aquistare il mezzo a buon prezzo nel luglio del 1988. La nave veniva nominata DORA e rimessa in servizio. In quei periodi il mercato per i mezzi offshore nell'Africa dell'Ovest non era il migliore e molte navi si trovavano in disarmo nei porti o nelle rade. Nell'estate del 1992 si offriva la possibilitá di vendere la DORA con un buon ricavo alla marina francese la quale la usava come battello per fare servizio alle boe. Per esplicito desiderio della marina poteva tenere il proprio nome ed ancora oggi é in servizio lungo le coste della Bretagna.

Giá agli inizi venivano assunti alcuni marittimi svizzeri come macchinisti sui mezzi offshore, come Martin Gehrig, Reinald Schneeberger e Theo Gamper. Martin Gehrig era anche impiegato nelle riparazionei delle navi in Polonia nel 1991/92 ed era imbarcato sulla RANDA e THEO. Dopodiche divenne montatore di servizio presso Sulzer: oggi vive in Canada. Da parecchi anni Reinald Schneeberger é il rappresentante armatoriale a Port Gentil. Theo Gamper lavorava per la Suisse-Outremer ed era direttore di macchina della Metrofin. Aveva la posizione di direttore di macchina sulla RANDA e prese in consegna la DORA. Poco prima di natale del 1988 purtroppo perse la vita in seguito ad un incidente stradale durante le ferie a casa a Wattwil. Piú avanti anche Stefan Lautenbach, Beat Aschwanden, Klaus Berger, Max Herger e Friedrich Erismann erano imbarcati per parecchio tempo su queste navi.

Uno dei primi marittimi francesi da nominare era il comandante Jos Cabresin, il quale rimase fino al suo pensionamento con ABC Maritime AG. Va citato anche il direttore di macchina Gabriel "Gabi" Allain, il quale per parecchi anni teneva in sesto la RANDA, come anche Christian Lefevre, oggi il piú anziano comandante del ramo offshore.

Agli inizi del 1990, un uomo d'affari europeo si mise in contatto con ABC Maritime proponendo di aquistare una piccola petroliera in disarmo a Warri, Nigeria, di farla riparare e rimetterla in servizio. Dopo una ispezione della nave malandata nel maggio del 1990, veniava rimorchiata a Lagos e riparata nel cantiere. Veniva messa sotto bandiera di St. Vincent e messa in servizio con il nome LION. Tuttavia il successo nel cabotaggio locale era piutosto modesto ed infine poteva essere venduta in Israele come bettolina per bunker. Nel ottobre del 1996 arrivava a Haifa dove veniva consegnata ai nuovi proprietari.

Nel giugno del 1990 veniva aquistata la SILVER FISH dalla FISH Feronia, un mezzo "utility" che per la maggior parte giaceva senza lavoro nel porto di Port Gentil. La nave veniva nominata THEO, in memoria di Theo Gamper, ed all'improviso era ben piazzata sul mercato. Dopo 10 anni con successo in servizio, nell'agosto del 2000, la THEO é stata ceduta ad una impresa sub nigeriana sotto controllo inglese.

Nell'autunno del 1992 veniva aquisito dalla O.I.L. il primo rimorchiatore da supporto con piú grandi dimensioni, il CLARA, preso in consegna a Città del Capo e messo in servizio nel Gabun. Il 06-09-1995 veniva ceduta alla Rangk Ltd. Lagos, Nigeria, e trovava impiego presso Texaco Nigeria. Dopo il sorgere di alcuni gravi problemi tecnici, la ABC Maritime AG era stat reincaricata con la gestione tecnica e commerciale nel febbraio 1997. Nel novembre 2001 infine veniva ceduta ad una impresa di costruzioni nigeriana di Port Harcourt.

Nel dicembre 1993 su ordine di uomini d'affari nigeriani venivano aquistati due vecchi crewboat della O.I.L. ed eseguito il finanziamento. Dopodiche i due mezzi, IMC ALEX e IMC THULA erano stati messi in bacino e messi in sesto, venivano noleggiati a Bareboat ad una impresa nigeriana, la quale gli intromise nel servizio presso la Shell Nigeria e Texaco Nigeria.

2. I Georgiani / ampliamento dell'impresa

Il crollo dell'unione sovietica si svilluppó positivamente per la ABC Maritime AG e l'impresa poteva essere ampliata. In seguito di perestroika, le varie compagnie di navigazione cercavano di avere piú libertá commerciali ed indipendenza che nella allora tesa organizazione sovietica centralizzata della flotta della marina mercantile. PBS Shipping di Londra, con la quale ABC Maritime era in stretti rapporti commerciali, nel 1990 fondava una Joint Venture con la Georgian Shipping Company di Batumi, nella repubblica sovietica della Georgia locata sulla sponda orientale del Mar Nero. Questa nuova compagnia era la Anglo-Georgian Shipping Company, Londra.

L'idea era quella di selezionare diverse navi della flotta Georgiana, ripararle ed in seguito metterle in servizio sotto libera bandiera tramite la Joint Venture Anglo-Georgian Shipping Company, Londra (AGS). ABC Maritime AG riusciva ad aquisire diversi contratti di riparazione. In totale, da gennaio 1991 a luglio 1992, venivano imesse in bacino e riparate 7 navi, 3 porta rinfuse e 4 petroliere per prodotti petroliferi. A termine della permanenza in bacino, tutte le navi venivano date in gestione a diverse compagnie di gestione, dato che ABC Maritime AG allora non aveva il presupposto per la gestione delle navi. Gli ufficiali e comuni imbarcati su queste navi in prevalenza erano georgiani della zona di Batumi (regione Adjara).

Nel 1991, AGS aquistava la piccola nave KOLKHIDA e nel febbraio 1992 , dopo una avaria al motore non poteva piú uscire dal porto di Rouen, veniva incaricata ABC Maritime AG di ripristinare la nave e cosí iniziava la gestione tecnica di questa nave.

Nel corso del 1993 la AGS proponeva ad ABC Maritime AG di istituire una impresa di gestione navi, per poter gestire tecnicamente le navi della AGS. Questa impresa AG Shipmanagement veniva fondata nel 1993 e integrata completamente nella ABC Maritime AG. Era neccessario assumere altro personale per la gestione del nuovo compito. Le prime tre navi che giá a dicembre venivano affidate alla ABC Maritime AG erano le piccole petroliere NINO, TAMAR e MEDEA.

Nel corso del 1994 in totale venivano prese in gestione tecnica 19 navi e nel 1995 altre 2 da parte di ABC Shipmanagement. Nel novembre del 1994 uffici piú ampi venivano sistemati all'attuale indirizzo nel centro di Nyon. Entro breve tempo il personale cresceva da 7 a 27 individui.

Fritz Tischhauser, prima ingaggiato come ispettore presso Suisse-Outremer ed Acomarit, prendeva la posizione di direttore tecnico, un'attivitá che svolgeva fino al suo pensionamento nel 2009. Nello stesso periodo Thomas Gigon diventava adetto al settore aquisti della societá, oggi é il responsabile di questo reparto. Da citare altri collaboratori, dei quali si tratta dei georgiani Vlad Gordienko, Tengiz Sanikidze, i comandanti Edi Chiaureli e Walter Schneiter erani impiegati nel reparto operativo.

La maggioranza delle azioni della Anglo-Georgian Shipping Ltd. apparteneva al oggigiorno indipendente stato della Georgia ed era sotto controllo di diversi gruppi politici del paese. Evidentemente sorgevano diverse differenze di opinioni, le quali comportavano una ristruttturazione della societá. La Anglo-Georgian Shipping Company Ltd. veniva dissolta e fondata una nuova societá, la Georgian Shipping Company, Londra. Dopo un breve avviso di pochi giorni, AG Shipmanagement con data 06-02-1998 perdeva tutte le navi in gestione, le quali poi venivano date in gestione a diverse societá di gestione cipriote e greche.

Questo "venerdi nero" era una brutta batosta per ABC Maritime AG ed il primo pensiero era di licenziare la maggioranza del personale e di rimpiccolire radicalmente l'azienda. Per fortuna Hans Tanner non perse la testa e faceva in modo di impedire il licenziamento dei dipendenti. Cosí un paio di mesi dopo c'era a disposizione abbastanza personale per affrontare nuovi progetti come le petroliere della Lukoil e le navi della Sonangol.

3. Navi per carico secco nel management

Giá nel 1997 la ditta Plan Marine AG di Schaffhausen, una impresa che trattava mezzi di trasporto, entrava in rapporto con ABC Maritime AG per fare amministrare e vendere navi dalla ereditá della UDSSR. Il 01-12-1997 venivano prese le due portacontainer MSC BUENOS AIRES e PEARCE e nel settembre successivo vendute ad una compagnia spagnola. La nave Ro-Ro/Lo-Lo HASTINGS seguiva a capodanno del 1998 che poi veniva intermediata nel marzo 1999 a compratori grechi.

Con la chiusura della Suisse-Outremer AG, le ultime due navi rimanenti, la MARTIN P e la SEARHIN venivano date in gestione alla ABC Maritime AG. La MARTIN P era la prima nave della ABC sotto bandiera Svizzera. Purtroppo rimase per poco tempo sotto tale bandiera. Dopodiche entra nel porto di fortuna di Ambarli in Turchia in seguito allo spostamento del carico avvenuto ad Istanbul, nel periodo natalizio del 1999, rompe gli ormeggi in seguito cattivo tempo, si stacca dalla banchina e va a sbattere contro dei scogli spezzandosi in due. Come perdita totale veniva cancellata dai registri della Svizzera. Veniva peró recuperata da un armatore turco e rimessa in servizio. La SEARHIN rimaneva in gestione fino alla sua vendita avvenuta il 18-07-2002.

Una operazione tecnica molto impegnativa per un investore inglese veniva eseguita nel 1999. La rinfusiera Panamax REALMAR, in disarmo da 10 anni a Rio de Janeiro, doveva essere armata e rimessa in servizio. Questo compito veniva eseguito con scarsi fondi finanziari da un ispettore della ABC in gran parte con il proprio personale imbarcato. Nel febbraio 2000 la REALMAR perte da Rio de Janeiro e fino alla sua vendita rimase sotto gestione tecnica della ABC Maritime AG.

4. Gestione petroliere

Nel corso del 1998 veniva intrapreso una nuova impresa, la costruzione e la gestione tecnica di 5 petroliere fiume/mare per la petrolifera russa Lukoil. Le navi venivano costruite a Wolgograd e la prima petroliera, la KAMA RIVER intromessa in servizio il 16-03-1999. Seguirono la UKTHA RIVER; PECHORA RIVER e la USA RIVER. Nel giugno 2001 é stata presa in consegnal'ultima unitá, la KAZYM RIVER. Queste petroliere principalmente trasportavano petrolio russo dai porti del baltico verso l'Europa. Nell'autunno del 2004 la gestione delle navi veniva ceduta ad una societá armatrice russa.

Nel 1998 ebbero anche inizio le relazioni commerciali con la Sonangol, societá petrolifera statale dell'Angola. Le prime petroliere per prodotti petroliferi che venivano prese in gestione in tale anno, erano la NGOL DANDE 1, ELISA dopo nominata NGOL BENGO e la NGOL CUNENE una bettolina per bunkeraggio. Piú avanti seguivano altre sette petroliere, tra le quali anche un LPG Carrier e due grandi Storage Tanker (navi deposito). Veniva aperto un ufficio a Luanda per poter gestire e controllare questa flotta di navi. Nel marzo 2009 venivano riconsegnate alla Sonangol, la quale aveva nuovi piani per la gestione dell'intera flotta (Sonangol aveva inoltre altre navi che non venivano gestite dalla ABC Maritime AG).

Peter Vogeler, parecchi anni al commando sulle petroliere della Metrofin, dirigeva l'ufficio a Luanda fino alla chiusura dello stesso. Dopodiche apriva un altro ufficio a Piont Noire per assistere la flotta offshore. Gion Wetten, comandante sulle navi della Massöl di Ginevra, nel 2001 si trasferisce alla ABC Maritime AG e dal 2004 assiste Peter Vogeler a Luanda. Oggi é comandante della RIO DEL REY in Camerun.

Oggigiorno, per poter noleggiare petroliere a rinomate imprese petrolifere, per le societá armatrici c'é bisogno di avere a disposizione una organizazzione dispendiosa. Proprio per questa causa, armatori turchi hanno stipulato contratti con ABC Maritime AG. La TROY é sotto contratto con ABC già dal 2005, la CIMIL é in gestione dal 2010 e dispone di un contratto per bettoline di bunkeraggio. Anche per le due petroliere CT LONGFORD e CT CORK c'era bisogno di una impresa manageriale autorizzata per poterle impiegare in Timecharter per la Total.

Nel 2007 veniva preso in gestione la nave piú grande nella flotta di ABC Maritime. La WESTAF, una petroliera da 248.965 tonn. di portata, lunga 320 m con una immersione di quasi 20 m, era stata presa in grecia. Dopo una permanenza in bacino dove dovevano essere eseguiti dei lavori di adattamento, la petroliera veniva impiegata come nave deposito "Storage Tanker" sulle coste nigeriane. In seguito delle difficoltá finanziarie da parte dei proprietari nigeriani, nel 2011 veniva sciolto il contratto di gestione.

Per conto della AET (American Eagle Tankers) Tankers, Singapore, venivano ultimati i lavori di costruzione ed imesse in servizio 3 petroliere a Navashino, nel cuore della Russia. Queste tre navi, la AET GALA, AET NISSA e la AET SANJAR inizialmente dovevano essere impiegate nel Mar Caspio. Purtroppo questo concetto svaní e le navi venivano impiegate nel Mediterraneo. Nel maggio del 2012 termina la gestione e le navi venivano vendute ad una societá armatrice russa.

5. Offshore

Nel febbraio 1999 le due piccole unitá, ben conosciute lungo le coste dell'Africa dell'Ovest, (Utility boats) IBENGA e N'GOUNIE, venivano aquisite e imesse nel servizio con lo stesso nome. Nel marzo 2001 venivano prese in Bareboat Charter le navi gemelle NIARI e NYANGA ed intromesse nella flotta ABC Maritime AG.

Nel autunno del 2002 veniva quisita la nave da ricerca seismografica WESTERN ATLAS, in disarmo nella Norvegia meridionale, e da novembre a marzo 2003 modificata in Maintenance Vessel a Tallinn. In seguito era stata nominata THEO e messa in servizio nell'Africa dell'Ovest.

I due grandi potenti ed efficienti Crewboat di nuova generazione, KLARA D e KRYSIA, oggi VSIV (Fast Support & Intervention Vessel) sono stai presi in consegna a Singapore. Questi mezzi lunghi 50 m e costruiti in aluminio dispongono di una potenza motore di 9600 Cv sono in grado raggiungono una velocitá massima di 26 nodi. Sono progettati per poter trasportare 62 persone e 150 tonn. di merce sul piano coperta. Via Seychellen e Sudafrica sono arrivati con i prori mezzi al Westafrica.

A Gelibolu venivano ordinati due mezzi da rifornimento che poi sono stati consegnati l'anno successive ed messi in servizio sempre nel Westafrica. La SARDIS é stata imessa in servizio a febbraio del 2008 a Point Noire e la SMYRNA arrivava nel maggio del 2008 a Port Gentil nel Gabun.

Nel 2005 veniva intrapreso un nuovo affare, la costruzione di pontoni per lavoro ed alloggio personale per le grandi imprese petrolifere. Siccome i pozzi petroliferi si spostavano sempre piú in alto mre, ed i tempi der percorrenza giornagliera del personale verso e da tali campi petroliferi occoreva parecchio tempo ed aumentava i costi. Per ridurre le perdite di tempo e mantenere tali inconvenienti in un certo limite, Total decise l'utilizzo di tali mezzi nei campi petroliferi. Il primo pontone ELISA era equipaggiato con un propulsore Diesel-elettrico Azipd, consegnato nell'estate del 2006 dal cantiere di Gelibolu, seguito dai pontoni gemelli RIO DEL REY nel gennaio 2009 e dal MAGDA nel luglio 2009.

Nel corso del 2007, ABC Maritime AG entra in trattative con Otto Marine Ltd., Singapore. Venivano prese in consegna tre grandi pontoni lavoro/alberghieri senza propulsore. OTTO 1 e OTTO 2 nel frattempo sono impiegati nell'Africa dell'Ovest. OTTO 5 era stato preso in consegna nel 2012 e noleggiato in Bareboat alla societa´armatrice belga Exmar Offshore N.V di Anversa. In contrario ai OTTO 1 e OTTO 2 non veniva rimorchiato al suo posto d'impiego bensí trasportato su una nave per carichi pesanti Semi-Submersible verso il Westafrica.

Come usanza, anche ABC Maritime AG doveva impiegare un rappresentante nei diversi porti, per dare supporto sul posto ai mezzi e curare il contatto con i clienti. Il primo rappresentante, Reinald Schneeberger, nel 1996 veniva inviato a Port Gentil dove dispone di un proprio ufficio, un magazzino con materiale di rispetto ed una casa propria. La casa dispone inoltre di diverse camere e studi per alloggiare personale sbarcato, personale che deve imbarcare oppure ispettori armatoriali. Un altro rappresentante rappresenta la compagnia a Douala da 2009 ed il rappresentante a Luanda, Peter Vogeler, dopo il termine delle attivitá con la Sonangol era stato trasferito a Pointe Noire.

Attualmente - giugno 2013 - la SARDIS, OTTO 1 e OTTO 2 vengono assistite da Port Gentil: la KLARA D, KRYSIA ed ELISA sono a Ponte Noire, la MAGDA RIO DEL REY e SMYRNA sono impiegate a Douala.

Similmente come con le petroliere, e specialmente la Total, uno dei piú importanti partner di ABC Maritime AG, cerca di ridurre a circa 20 anni l'etá dei mezzi. Cosí l'azienda era costretta di cedere il tonnelaggio invecchiato. Le prime unita erano la IBENGA e NGOUNIE, le quali nel 2007 e 2008 venivano vendute in Nigeria, mentre NYANGA e NIARI, nel 2010 e 2012 erano state riconsegnate ai proprietari. La RANDA, il primo mezzo offshore di ABC Maritime AG, era stato in servizio per 24 anni, nel marzo 2011 era stato venduto in Nigeria. Dopo tre mesi, anche la THEO era stata venduta ad una impresa di ricercatori di tesori.

6. Offshore management

Agli inizi degli anni 90, la Panalpina di Basilea aveva crescenti problemi con la consegna di materiale urgentemente richiesto dai clienti del settore petrolifero che avevano punti d'apoggio in porti senza aeroporto internazionale come Port Gentil, Pointe Noire, Soyo (Angola). Si cercava di trovare una soluzione per risolvere questo problema. In seguito veniva instaurata la "African Star Service", un servizio settimanale aereo/mare. ABC Maritime AG veniva incaricata di trovare un adatto mezzo e dare supporto tecnico, mentre il lato commerciale veniva garantito dalla Panalpina di Basilea. La CORMORAN, un mezzo costruito in aluminio era stato aquisito e preso in consegna a Port Gentil nel giugno 1992.

Alla messa in servizio della AFRICAN STAR, veniva assunto tutto l'equipaggio senegalese incluso il comandante Saliou Diouf, un ottimo equipaggio, che era anche imbarcato sulla AFRICAN STAR 2 e ora sono ingaggiati sulla KLARA D e KRYSIA.

Fino al 1995 il servizio "African Star Service" si sviluppava in modo che la AFRICAN STAR era diventata troppo piccola ed un altro batello veniva ordinato negli Stati Uniti. Questa unitá piú grande, la AFRICAN STAR 2, costruita appositamente per questo servizio, era stata intromessa nel gennaio del 1996 sostituendo la vecchia AFRICAN STAR. In seguito la AFRICAN STAR non serviva piú ed é stata venduta nel febbraio 1996.

A novembre 1995 venivano prese in gestione tecnica per la Panalpina le due "Landing Crafts", MS MERLIN e MS MERLIN II.

I cambiamenti non si fermano neanche in Africa. Dopodiche gli aeroporti lungo le coste venivano modernati ed ampliati, la AFRICAN STAR 2 era diventata superflua. Dal maggio 2010 il mezzo operava sul mercato spot per conto della ABC Maritime AG. Nel settembre 2011 era riuscita la vendita del mezzo in Nigeria.

Nel gennaio 1998 veniva preso in gestione tecnica dalla Oceaneering Nigeria la OCEAN DIVER IV, un piccolo mezzo per imersioni, ma per mancanza di impiego era stata messa in disarmo dai proprietari e poi venduta.

Nel maggio 1998 veniva costituita una cosidetta "Joint Venture" con la Rangk Ltd., Lagos, Nigeria, e le due FSIV (Fast Supply and Intervention Vessel) SIMONE K e SEAMARK, costruiti a Morgan City, LA, Stati Uniti, sono state prese in consegna nel cantiere lo stesso mese. Questi mezzi con propulsore "Waterjet" erano costruiti in aluminio e venivano messi in servizio per la Mobil Production Nigeria Ltd. (MPNL). Rimanevano in gestione della ABC Maritime AG fino al agosto 2005, e poi consegnate alla Rangk Ltd., dove aparentemente ancora oggi sono in servizio.

Grazie ai buoni rapporti con la NTA di Parigi, si riusciva di stipulare uno straordinario contratto di gestione tecnica per la nave apoggio sub della Marina Militare francese AQUITAINE EXPLORER. Questa nave era sotto il regime della marina mercantile come mezzo ausiliario. NTA veniva incaricata per operare la nave e con la gestione tecnica veniva incaricata la ABC Maritime AG. La AQUITAINE EXPLORER era stazionata nella base della Marina Militare a Bayonne sulla costa atlantica e principalmente veniva utilizzata come nave madre per ROV (ROV = Remote Operated Vehicle, un piccolo sommergibile telecomandato da bordo della nave madre). Il compito consisteva di cercare e recuperare relitti di razzi lanciati verso il golfo della Biscaia da una stazione sperimentale nei pressi di Bordeau.

Per sostituire la ormai vecchia MS MERLIN, la Panalpina, nel 2003 decideva di ordinare un nuovo "Landing Craft" (una specie di mezzo da sbarco) ed incarica la ABC Maritime AG con la progettazione ed esecuzione della costruzione del nuovo mezzo. Veniva comissionato al cantiere Gelibolu Shipyard S.A., Gelibolu, Turchia. Il primo taglio di lamiera era avvenuto nel novembre del 2003 e la MERLIN III era stata messa in servizio il 31-08-2004. Con questo ordine iniziava la collaborazione con il cantiere turco, la quale persiste fino ad ora. Sulle Landing Crafts della Panalpina gli equipaggi sono filippini; I comandanti Roberto Bello e E. Tangaki erano a bordo giá nel 1995.

Nel 2005, Panalpina, assieme alle affiliate di Baku, Azerbaidschan, e Almaty, Kazachstan, riceve l'aggiudicazione per un grosso progetto ad Atyrau sul fiume Ural nel Kazachstan. Le parti prefabbricati di un impianto per la lavorazione di oli minerali dovevano essere trasportati dalla Russia al cantiere sul fiume Ural. I pezzi erano molto ingombranti ed un collo aveva un peso di 650 tonnellate. Venivano preso in considerazione diverse possibilitá e si decideva di fare costruire due pontoni Ro-Ro speciali che erano in grado di passare sopra le insabbiature del fiume e sotto i bassi ponti del fiume Ural. I due pontoni, BELUGA e BELUGA 2 venivano costruite a Wolgograd e Astrakhan, Russia. Un esperto della ABC Maritime AG veniva inviato alla Panalpina di Atyrau per svolgere gli interessi tecnici e commerciali come anche la organizzazione e supervisione della costruzione dei due pontoni Ro-Ro. Questa attivitá persiste fino ad ora.

Per la impresa logistica della Svizzera occidentale, Advances Maritime Transports S.A. Nyon (AMT), ABCmaritime gestisce il Landingcraft AMT I e dal gennaio 2013 la nuova costruzione AMT II. Questo mezzo é stato costruito nel cantiere Gelibolu Shipyard di Gelibolu, Turchia, e alla ABCmaritime era stata affidata la sorveglianza della costruzione. La AMT II presumibilmente sostituirá ancora nel 2013 la AMT I.

7. Le proprie petroliere

L'anno 2001 comportava un altro passo importante per ABCmaritime, le prime petroliere per prodotti venivao aquistate per conto della ABCmaritime e messe in servizio. Queste sono la SAN NICOLA, ed immatricolata sotto bandiera Svizzera la SAN BENEDETTO, seguita dalla ST. MICHEL un anno dopo. Nel 2005 venivano aquistate le due navi gemelle SAN BERNARDINO e SAN BENJAMINO ed immatricolate sotto bandiera Svizzera. Nel 2007 era stata consegnata la RHONE da un cantiere di Istanbul. Tre anni dopo, nel maggio 2010, un cantiere Sudcoreano consegna la petroliera SAN BEATO, la quale anche é stata messa sotto bandiera Svizzera.

Queste petroliere prevalentemente venivano impiegate a lungo termine dalle cosidette "Oil Majors", che sarebbero le grandi imprese petrolifere, nel nostro caso specialmente Total France. Da quando Total era apparso sulle testate dei giornali per via dell'affondamento della petroliera ERIKA, questo nolleggiatore segue una restrittiva norma di non impiegare navi superiore ai 20 anni ed anche i standard di sicurezza e gestione sono stati portati ad altissimo livello. Per tale causa le petroliere SAN NICOLAS, SAN BENEDETTO e ST. MICHEL sono state vendute. Nel frattempo queste navi avevano raggiunto l'etá di 14 anni e perció sono state vendute anticipatamente.

Oggigiorno é molto difficile noleggiare petroliere alle compagnie petrolifere. A parte il codice ISM (International Safety Management) prescritto dalla legge, l'armatore é obbligato a mantenere diversi certificati di standard richiesti (ISO 9001:2000 e ISO 14001). L'organizzazione armatoriale viene controllata di continuo da controllori. La costruzione e manutenzione di una tale organizazzione é un'impresa molto costosa.

Poco tempo fa aveva luoga la presa in consegna di due nuove petroliere costruite in Cina, la SAN PADRE PIO il 23-04-2013 e la SAN PIETRO il 02-07-2013. Tutte e due le navi sono immatricolate sotto bandiera Svizzera.

8. L'organizzazione dell'azienda

Il primo "uffico" era situato nell'appartamento di Hans Tanner, ma giá dopo pochi mesi si trasferiva in un ex appartamento con 4 stanze nella Rue de la Morache a Nyon. Questo ufficio si trovava a pochi minuti di cammino dietro la stazione.

Nel novembre del 1994 poteva essere uttilizzata la grande casa nella Rue Pertemps 1 nel centro di Nyon. Cosí si aveva a disposizione abbondante spazio per gli uffici per ampliare la societá quando essa prendeva in gestione le navi georgiane.

Nel 1989 Hans Tanner cedeva la gestione operativa e il giurista Marc Sturzenegger, uno Svizzero all'estero specializzato in diritto marittimo, prendeva le redini dell'impresa come CEO (Chief Executive Officer, chiamato anche direttore generale). Nel 2004 seguiva Pedro Zürcher e dal 2009 l'impresa viene guidata da Daniel Wolf.

I responsabili delle finanze erano Josef Lötscher, Marc Poyet, Harry Bruder e Serge Meyer. Harry Bruder era esperto nel campo di finanziamento navi e veniva dalla CS e BCV alla Bayside Services di Nyon, per poi dal 2009 prendere la posizione di CFO. Anche Serge Meyer é un'esperto delle finanze e la maggior parte della sua carriera la trascorreva presso la UBS e BCV in posizione dirigenziale. Nel 2011 ABCmaritime Group é riuscito ad assumerlo come CFO.

Nel 1999 Ruedi Meister, proveniente dalla Suisse-Outremer e Atlanship, assume l'incarico del reparto tecnico. Comandnate Francois Gehrig della Norasia veniva assunto, per riorganizzare ed ampliare il reparto reclutamento, come Crewing Manager.

Gli equipaggi della cosidetta "Ocean Fleet, cioé petroliere e navi da carico, inizialmente venivano reclutati da una agenzia di Odessa, Ucraina. Purtroppo la qualitá del personale non sempre era soddisfacente. Perció, nel gennaio 2002 venivano aperti gli uffici della ABCmaritime Odessa, i quali nei primi periodi erano diretti dal comandante svizzero Gian-Marco Kern, fino a quando egli si trasferiva negli uffici di Nyon. Con questo provvedimento la qualitá del personale veniva migliorata e permettava di sviluppare una base di equipaggio ABC affidato.

La holding Suisse-Outremer veniva fondata nel dicembre del 2004 per unire le singole navi che sono di proprietá della ABCmaritime.

Nel 2005 veniva integrata la Bayside Services S.A. nel gruppo ABC, un'impresa che offriva servizi per il campo marittimo come, copravendita di navi, finanziamenti, assicurazioni e servizi legali. La Bayside Services S.A. era stata fondata a Ginevra dall'agente marittimo John Kellet e giá presto le due aziende erano in stretto contatto commerciale. Cosí ABCmaritime era in grado di coprire una vasta gamma di servizi nel campo marittimo.

Nel 2007 l'originaria denominazione ABC Maritime AG, veniva accorciata secondo la nuova legge in ABCmaritime.

Nonostante la globalizzazione e la possibilitá di una rapida e funzionante comunicazione, é molto importante essere presenti sul posto. Per questo motivo, nel 2012 era stata fondata la Bayside Services Singapore. Gli attuali due agenti assunti si sono specializzati sia nel campo offshore come anche nel settore delle petroliere e si occupano con la compravendita di navi (Sale & Purchese) come anche per il noleggio per ABCmaritime ed altre societá.

Oggi si parla del Gruppo ABC Maritime il quale comprende ABCmaritime (gestione navi), Bayside Services (agenzia marittima) e la Suisse Outremer (armatori).

9. Trasferimenti

Nel coso degli ultimi 12 anni venivano anche eseguiti viaggi di trasferimento per conto di diversi clienti. Una petroliera un po vecchiotta della ex Unione Sovietica, la DEBRECENT é stata trasferita nel agosto del 1999 da Las Palmas a Lagos in Nigeria. Un'altro progetto interessante era stato svolto nel 2000. Una piccola petroliera per prodotti petroliferi doveva essere cercata e aquistata per la locale compagnia petrolifera dell'Antigua nei Caraibi. Questa nave, si chiamava RUTH era stata individuata negli Emirati Arabi, messa in bacino e poi conseganta ad Antigua. Al comandante ucraino deve essere piacuto il tutto, dato che era rimasto a bordo e la compagnia petrolifera locale lo assunse, ora rifornisce le isole con prodotti come benzina e Diesel.

Altre comesse erano il trasferimento della rinfusiera Felicity 1, la quale nell'autunno 2002 dal Mar Nero veniva trasferita al Pakistan, il Landing Craft TAHITI NUI IX che da Miri nella Maleysia era stato trasferito ai nuvi proprietari a Papete su Tahiti e nel 2010 il Crew Boat C. RACER, che da New Orleans era stato trasferito a Lagos in Nigeria per poi essere consegnato al locale armatore.

10. Le navi ADFINES

Un gruppo di investori aveva ordinato presso un cantiere cinese 4 petroliere per prodotti da 19000 tonn. di portata, come anche 4 portarinfuse. Nel 2011 il gruppo Adfines, in stretti rapporti con ABCmaritime riesce ad aquistare queste nuove navi ed imetterli in servizio negli anni 2011/2012. Con la gestione sia commerciale che tecnica di queste 8 navi veniva incaricata la ABCmaritime. Le 4 petroliere sono: ADFINES STAR, ADFINES SUN, ADFINES SKY e ADFINES SEA, vengono noleggiate a lungo termine in viaggi alla busca in tutto il mondo. Le 4 rinfusiere sono la ADFINES NORTH, ADFINES SOUTH, ADFINES EAST e la ADFINES WEST, ognuna con un acapacitá di 37000 tonn. di portata. Sono state consegnate dal cantiere nel 2012 e vengono noleggiate a lungo termine dalla Cargill S.A. Ginevra, eseguendo viaggi alla busca in tutto il mondo

11. Oggi

Sabato, 19-09-2013 ABCmaritime festeggiava il 30° anniversario di fondazione dell'azienda a Nyon. Da piccoli inizi, la societá si sviluppó in impresa medio grande e occupa 50 persone negli uffici a Nyon, 20 dipendenti sono impiegati all'estero e 500 persone sono imbarcate a bordo delle 32 navi.

La flotta delle 32 navi é composta da 16 mezzi offshore, 12 petroliere e 4 portarinfuse. A parte i due "landing Crafts" che sono state costruite nel 1990 e 1993, tutte le navi sono del 2002 e piú tardi. Di coseguenza l'etá media é molto bassa e l'azienda con questa giovane e moderna flotta é ben posizionata per affrontare la sfida del futuro.


SwissShips-HPS-HM, Giugno 2013     

Reedereigeschichte Deutsch

bw2.jpg (457 Byte)

TOP

 

Back